La cura degli impianti

La cura degli impianti

Più che un restauro. Una nuova qualità di vita.

Gli impianti sono un'ottima scelta e investimento per i denti. La cura dell'impianto è essenziale per il successo a lungo termine dopo la procedura chirurgica. Esattamente come identi naturali, l'impianto richiede gli stessi controlli regolari e un'accurata igiene orale. Seguendo queste indicazioni è possibile mantenere gli impianti funzionali per decenni.
Gli aspetti da ricordare riguardo la cura post-impianto:

  • Cosa sapere e cosa fare subito dopo l'intervento chirurgico.

  • Cosa evitare.

  • Quando è necessario contattare il dentista.

  • Come prendersi cura dei nuovi denti per un successo duraturo.

Cosa sapere e cosa fare dopo l'intervento

Gonfiore: ridurlo con i rimedi appropriati.

Dopo l'intervento, non appena vi è possibile, raffreddate esternamente la zona trattata utilizzando ghiaccio per cercare di evitare dolore e gonfiore.

Dolore: assumere farmaci

Se il vostro dentista vi prescrive medicinali, iniziate a dassumerli immediatamente come da istruzioni.

Risciacqui: prestare attenzione

Nelle prime ore dopo l'intervento, non effettuate risciacqui con colluttori per evitare sanguinamenti del cavo orale. Potrete conmunque bere dopo poco tempo dall'intervento.

La protesi provvisoria: prendersene cura

Durante la fase di guarigione del cavo orale, l'impianto può avere una "cappetta di guarigione" o una protesi dentale provvisoria.
La cappetta di guarigione viene posizionata sull'impianto per consentire la guarigione dei tessuti molli prima della fase di trattamento successiva. Evitate di masticare cibi duri sul lato nel quale è stato posizioneto l'impianto. Questo contribuirà a una guarigione sicura dell'impianto per prepararlo alla fase di trattamento successiva.

Cosa evitare?

  • E' preferibile stare seduti anziché sdraiati. Si consiglia di tenere la testa sollevata, sia di giorno che di notte.

  • Non coricarsi sul lato in cui è stato inserito l'impianto.

  • Non guidare durante le prime ore dopo l'intervento. La capacità di guidare potrebbe essere alterata dall'anestetico o dai farmaci. Chiedere indicazioni al proprio dentista.

  • Non utilizzare lo spazzolino nell'areda dell'impianto fino alla rimozione dei punti. Il dentista consiglierà di eseguire degli sciacqui diverse volte al giorno anziché spazzolare i denti.

  • Non mangiare fino all'esaurimento dell'effetto anestetico.

  • Durante i primi giorni dopo l'intervento: eliminare gli alcolici, la nicotina, il caffé, il té nero, gli sport o gli sforzi fisici.

Quando consultare il dentista?

Le complicazioni sono rare dopo il posizionamento di un impianto dentale – il trattamento è generalmente una procedura di routine. I punti vengono normalmente rimossi circa sette-diaci giorni dopo il posizionamento dell'impianto. Gli impianti sono stato oggetto di ricerche approfondite e analisi scientifiche; tuttavia, sono possibili eventuali effetti collaterali. E' molto importante sapere che, se avvertite sintomi o effetti collaterali, dovete contattare immediatamente il dentista.

  • Dolore pulsante il giorno dell'intervento

  • Sensazione di torpore in corrispondenza del sito di posizionamento dell'impianto 12 ore dopo l'intervento

  • Dolore o gonfiore sul sito di posizionamento dell'impianto diversi giorni dopo l'intervento

  • Sanguinamento persistente

  • Dente provvisorio allentato

  • Sintomi o domande non menzionati in questo elenco

Prendersi cura dei nuovi denti

Bisogna prendersi cura dei denti siccome sono importanti ma lo stesso discorso vale per gli impianti dentali.
Gli impianti dentali possono durare a lungo solo con una scrupolosa igiene orale. Come con i denti naturali, può formarsi tartaro che potrebbe causare problemi all'impianto. Usare uno spazzolino da denti morbido (sostituendolo regolarmente) o uno spazzolino elettrico per lavarvi i denti. Inoltre, usate tutti gli ausili consigliati dal dentista come il filo interdentale per pulire lo spazio tra i denti. I denti si lavano all'interno, all'esterno e sulla sommità, dove si mastica.

Un lavoro di collaborazione tra paziente e dentista

Sono necessari controlli regolari e visite di prevenzione dal dentista. Il dentista vi illustrerà un piano d'igiene orale personalizzato. Informatevi in merito alle tecniche di pulizia, in modo da acquisire familiarità con quello che il dentista consiglia di fare pe prendersi cura dei denti. Una scrupolosa igiene e regolari controlli (due volte l'anno) vi aiuteranno a mantenere il vostro impianto in condizioni ottimali per anni.

Approfondimenti

Richiedi informazioni